Pre qualifica under 35

La Giuria ha selezionato 5 progettisti UNDER 35 tra i 45 dossier pervenuti a titolo di candidatura nella fase di pre-qualifica, che accederanno al concorso d’architettura “Costruire il Nuovo Millennio”.
La Giuria ha apprezzato l’alta qualità dei materiali presentati, in modo particolare gli "statement" espressi dai canditati sul tema di concorso. L'analisi dei dossier è proseguita approfondendo i "best project" e quindi con la lettura delle biografie degli autori.

Dopo una giornata di disamina di tutte le candidature presentate, la Giuria ha individuato in tre votazioni, un gruppo di 15 ed in seguito ha selezionato i 5 progettisti ritenuti particolarmente meritevoli e dunque idonei a partecipare al concorso. Come previsto dal bando di pre-qualifica il materiale di candidatura sarà esposto nella mostra: “Costruire il Nuovo Millennio", che si terrà a Venezia presso la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista nel prossimo mese di novembre.

la giuria

riccardo blumer
Riccardo Blumer

Architetto

valentina moretti
Valentina Moretti

Vice presidente dell’azienda Moretti S.p.A. e direttore creativo MORE

Nicola Braghieri
Nicola Braghieri

redattore di Casabella

riccardo blumer
Stefano LAROTONDA

Architetto

Pia durish
Pia durisch

Architetto

Aldo Nolli
Aldo Nolli

Architetto

LEGGI DI PIù SULLA GIURIA
Riccardo blumer

Riccardo Blumer, si laurea al Politecnico di Milano nel 1982. Dal 1983 al 1988 lavora presso lo studio dell’architetto Mario Botta. Ha costruito numerosi edifici, allestimenti, arredamenti e come designer e ha realizzato progetti per le più importanti aziende italiane di design. Nel 1997 vince il premio “Design Preis Schweiz” e nel 1998 il “Compasso d’Oro”. Insegna progettazione architettonica e materie di introduzione all’architettura presso L’Accademia di Architettura di Mendrisio dell’Università della Svizzera Italiana. Nel 2010 le sue sedie Laleggera per Alias e Entronauta per Desalto sono state inserite nella collezione permanente del MoMA di New York. Da alcuni anni lavora in gruppo come Blumerandfriends, condizione in cui ha elaborato, tra l'altro, gli Esercizi Fisici di Design ed Architettura con il principale scopo di creare occasioni di approfondimento della conoscenza dei fenomeni della natura, e della storia nella forma e nei processi che l’atto creativo ci impone nella sua condizione di puro artificio.

Valentina Moretti

Nasce a Erbusco, Brescia, il 19.06.82. Studia Architettura presso l’Accademia di Mendrisio. Tra i suoi maestri, gli arch. Mario Botta, Peter Zumthor, Valerio Olgiati. Durante il percorso in Accademia, lavora presso gli studi di Hanshen Dier a Londra e di Mario Botta a Mendrisio. Conseguito il titolo accademico, continua il suo percorso professionale negli Stati Uniti, a New York, negli studi di Richard Meier e Anderson Architects. Nel 2009 torna in Italia ad occuparsi dell’azienda di famiglia, Moretti – Building on Human Values, e in particolare si dedica a sviluppare un progetto innovativo che applica l’edilizia industrializzata al sistema casa, rendendo accessibile i valori di qualità, tecnologia e architettura. Nasce MORE, di cui oggi è direttore creativo. Anno dopo anno, Valentina Moretti amplia e accresce il proprio ruolo in azienda, sino alla nomina di VicePresidente della Moretti. Parallelamente all’impegno in azienda, Valentina Moretti ha sviluppato, insieme al marito l’arch. Francesco Matricardi, uno studio di progettazione di interni, AMOAMA, con sede a Brescia.

Nicola Braghieri

È nato nel 1967 a Milano, lavora a Ginevra, insegna a Losanna e vive con la sua famiglia in un piccolo villaggio tra le due città. Dottore di ricerca (Ph.D.) all’Università di Genova, è direttore della Scuola di Architettura del Politecnico di Losanna (EPFL) nella quale è professore di Architettura e Arti Espressive. Ha insegnato architettura all'Università di Genova, all'ETH di Zurigo e alla TU di Darmstadt come professore di Raumgestaltung. Partecipa a numerosi concorsi di architettura, progetta e costruisce diversi edifici (www.ex-m.eu). Ha scritto alcuni testi di critica d'arte e di teoria dell'architettura. È stato per diversi anni giornalista di Radiopopolare di Milano e dal 2008 è redattore di Casabella. È piuttosto attivo, sotto pseudonimo, nel campo delle beaux-arts numeriques. Produce collage analogici e si occupa di falsificazione fotografica e contraffazione postale. Nel tempo libero colleziona interruttori industriali, finestre in legno e pezzi di ricambio di vecchie automobili.

Stefano Larotonda

Si laurea con Peter Zumthor presso l’Accademia di Architettura di Mendrisio, dove dal 2009 collabora come assistente di progettazione nel corso dell’architetto Henri Marc Collomb. Dopo gli studi lavora presso Arquint Hitz Architekten, nello studio Antonio Citterio and Partners e per East Architecture Landscape Urban Design. Nel 2009 vince il concorso per la riqualificazione del lungolago di Como e nel 2012 è selezionato come giovane architetto italiano dalla rivista Casabella, per progettare una torre di 52 piani insieme allo scultore A. Gianfreda con il quale inizia una ricerca interdisciplinare sulla città e il territorio. Nel 2014 è vincitore del concorso per la riqualificazione delle Piazza delle Erbe a Vicenza e viene selezionato finalista dalla Consulta Regionale Lombarda degli Ordini APPC per la rassegna Opera Prima. Nel 2015 vince il Premio Giovani dell’Accademia Nazionale San Luca. Dal 2014 partecipa alle attività dell’OAPPC di Como come Coordinatore della Commissione Cultura, curando la ricerca Fisionomie Lariane.

Pia Durisch e Aldo Nolli

Pia Durisch e Aldo Nolli fondano lo studio Durisch + Nolli Architetti nel 1993 a Riva San Vitale e, nel 2001, lo trasferiscono a Lugano. Nel 2000 hanno insegnato presso dell’Università dell’Illinois UIC e nel 2006 presso la Facoltà di Architettura dello IUAV a Venezia. Dal 2011 al 2013 sono stati professori invitati presso il Politecnico Federale di Losanna (EPFL) e attualmente insegnano presso l’Accademia di Architettura di Mendrisio. Durisch e Nolli hanno tenuto conferenze e partecipato a seminari presso diverse università e istituzioni. Hanno vinto il Premio SIA nelle edizioni del 2003, 2007, 2012 con edifici pubblici e privati. Nel 2014 con il progetto del Centro di Formazione Professionale a Gordola hanno vinto il premio Prix Acier e nel 2016 hanno ottenuto il premio SIA Ticino per la miglior opera per il Tribunale Penale Federale di Bellinzona insieme agli architetti Bearth & Deplazes.

> call architetti under 35 <

Bando di prequalifica al concorso di progettazione

Partecipa alla fase di prequalifica per accedere al concorso di progettazione MORE insieme ad un ristretto numero di studi di architettura invitati.

Scadenza prequalifica: entro le ore 12 del 20 giugno 2016
Inviare all’indirizzo: moredesign@morettimore.it

È aperta la selezione per individuare giovani progettisti che parteciperanno al concorso di progettazione “Costruire il nuovo millennio” promosso dall’azienda del settore delle costruzioni MORE di Moretti S.p.A. che realizza architetture residenziali mediante edilizia industrializzata.

Gli autori selezionati nella prequalifica si confronteranno nella successiva fase di concorso con un gruppo ristretto di architetti invitati per elaborare un concept abitativo innovativo, declinabile e riproducibile in serie che successivamente entrerà nel catalogo di produzione dell’azienda MORE.

IL CONCORSO

Il concorso è parte integrante del progetto “Costruire il nuovo millennio“ sviluppato in tre fasi: un ciclo di conferenze presso CASABELLA laboratorio, un concorso di progettazione dedicato alla definizione di nuovi progetti e infine una mostra a Venezia, presso la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista nel prossimo mese di novembre.

Tra i candidati alla prequalifica la giuria, a suo insindacabile giudizio, selezionerà da 3 a 5 progettisti che accederanno al concorso di progettazione. La scelta dei progettisti invitati sarà effettuata in funzione delle competenze specifiche degli studi rispetto al tema di concorso e sarà comunicata a seguito della fase di prequalifica.

La partecipazione è gratuita e aperta ai progettisti e agli studi internazionali “under 35”.

Come partecipare

Per aderire alla selezione che permetterà di accedere al concorso è necessario: avere meno di 35 anni; essere architetti abilitati alla professione; inviare un dossier che documenti l’approccio personale rispetto al tema di concorso.

Il dossier dovrà contenere un progetto significativo del proprio portfolio che rappresenti il “best project” rispetto al tema assegnato e uno “statement” che motivi le ragioni della propria idoneità. I materiali saranno accompagnati da un breve profilo biografico in formato A4.

Agli architetti under 35 selezionati sarà riconosciuto, oltre alla possibilità di accedere al concorso, l’abbonamento per un anno alla rivista Casabella. Ogni partecipante ammesso alla seconda fase di concorso che consegnerà un progetto conforme ai requisiti, riceverà un rimborso spese.